E tu che lesbica sei?

Maschiacci e femmine fatali sono soltanto un aspetto del variegato mondo delle lesbiche, perché all’interno del nostro ambiente possiamo trovare tutte tipologie di ragazze sai che si tratti di bisessuali sia puriste.

Sono rappresentati tantissime tendenze e stili e non sempre c’è una coincidenza tra l’aspetto fisico e l’approccio alle partner. Quindi bisogna capire come muoversi all’interno di una grande quantità di varianti.

Look e carattere

Il mondo delle lesbiche punta tantissimo sull’aspetto esteriore come elemento di comunicazione per le altre e per far capire qual è il tuo tipo di sensualità. Magari hai già un carattere ben definito e ti riconoscerai in una delle categorie, ma può capitare che, specie se sei alle prime armi, ci sia da fare un cambiamento radicale, accentuando un aspetto di te che fino ad ora avevi trascurato ma che ti libererà da tutte le inibizioni e dai tuoi limiti.

Le femme

Si tratta di ragazze che puntano tutto sull’accentuare l’aspetto più femminile della loro sensualità. Queste abbracciano il loro essere donna in modo totale. Puntano molto sul trucco sui capelli lunghi e ben curati. Le unghie sono perfette e pesto aggressive. Il modo di vestire è sempre molto femminile e sexy.

Se da una parte il glamour la fa da padrona, molto spesso le femme amano la compagnia di ragazze più mascoline. In questo gruppo troviamo le classiche sospettabili in grado di confondere tutti sedicenti esperti del mondo gay.

Le lipstick

Fanno sempre parte delle femme, ma il loro aspetto è ricercato è studiato. Di solito apprezzano di più le donne dall’aspetto più femminile, ma ovviamente ci sono tantissime eccezioni alla regola.

Le lipstick blue jeans

Sono una sottocategoria delle precedenti che preferisce però indossare abiti casual e informali ed è molto diffusa tra le giovanissime.

Le chapstick

Questo termine è stato coniato dalla conduttrice tv e icona lesbica Ellen DeGeneres. Il nome significa lucidalabbra e indica le lesbiche che puntano su un look più naturale e meno impegnativo.

Qua troviamo tantissime donne e ragazze che non amano la cura dell’aspetto e puntano ad un approccio più pratico. Comprende sia quelle più mascoline con capelli corti che non amano il trucco, sia altre meno riconoscibili. Negli anni 50 e 60 erano note come kiki.

Le tomboy

Amano vestirsi in abiti maschili, ma senza cercare di sembrare degli uomini. Spesso portano i capelli lunghi e non rinunciano al trucco e a qualche dettaglio più frivolo.

Le butch

È un termine diffuso fra i camionisti e sono le classiche lesbiche in abiti maschili e che puntano ad un aspetto e un approccio virile. Spesso sono di corporatura forte e robusta, portano capelli corti con il gel e soprattutto detestano tacco e trucco, come veri maschiacci. Possono esistere in versione hard e soft a seconda dello stile maschile che scelgono di seguire.

Le power dyke

Sono le classiche lesbiche di potere, quelle dominanti in ogni ambito e sotto ogni aspetto. Spesso scelgono di indossare abiti sobri ed eleganti da dirigenti e professioniste e difficilmente si lasciano sottomettere.

Essere se stesse

Ovviamente il look e l’approccio non sono necessariamente un obbligo e si può esplorare liberamente. Capita spesso che le femme in privato abbiano un approccio più aggressivo e dominante e che per esempio le butch siano dolcissime con le loro partner.

A volte una ragazza si sposta da una tipologia all’altra più volte, magari per provare qualcosa di nuovo, oppure per adattarsi alla sua ultima conquista.

Entrare o uscire da un gruppo è anche una cosa che capita spesso con l’età e anche per assecondare i cambiamenti del corpo. Molte lesbiche scelgono di provare un nuovo aspetto ed esplorare possibilità che questo gli offre.

Se vuoi iniziare a analizzare la tua personalità lasciati guidare dai tuoi gusti e dall’istinto senza forzare le cose. Tutto verrà in maniera completamente naturale e quindi hai tutto il tempo di sperimentare.

Gioca con il tuo look e vedi come vanno le cose. Molto spesso in base alle ragazze che attrai, ti troverai a giocare varie parti, scoprendo aspetti di te che non ti aspettavi di avere. Tante cose vengono fuori direttamente in camera da letto oppure frequentando un certo ambiente.

L’importante è sempre non confondere l’aspetto esteriore con il tuo approccio alla sensualità e non porti dei limiti, perché non stai recitando una parte, ma stai esplorando la tua intimità.