Sextoys per signore e signorine

Il sesso è gioco e gioia, quindi senza gli strumenti adatti rischi di perderti metà del divertimento. Sicuramente avrai già un cassetto pieno di toys e altre cosine interessanti con cui ti intrattieni da sola.

Ricordati però che quegli strumenti sono ottimi per portare all’orgasmo la tua compagna o la tua avventura di una notte. Impariamo a conoscere quelli più interessanti e divertenti da proporre. Tantissime ragazze urleranno di gioia quando tirerai fuori dalla valigia i tuoi strumenti di piacere.

I toys per la penetrazione

Partiamo dagli strumenti dedicati alla penetrazione, che sono quelli più diffusi e che di solito sono i più facili da usare. Sono chiamati genericamente dildo o vibratore, ma a seconda di come sono fatti hanno molte funzioni.

I più classici sono quelli fallici e anatomici, pensati per imitare un pene maschile. In realtà non sono i più interessanti, a meno di non voler fare un gioco di ruolo a tema mascolino. Li puoi trovare sia a mano, vibranti e non, che da intestare sullo strapon.

Con questi potrai penetrare la tua compagna in tante maniere. Lo strapon ti consente un bel gioco di bacino, sia con quelli singoli che con i doppi, per prendere ano e vagina insieme. Lo svantaggio principale è che usando uno strapon tu sarai stimolata poco. Esistono però mutandine speciali con all’interno falli vibranti che si attivano ad ogni tuo colpo di reni.

Menzione a parte meritano gli snake, lunghi dildo flessibili con quali penetrare ed essere penetrata al tempo stesso. Si usano in tanti modi, magari come se fossero un fallo maschile, ma sicuramente il sistema più godibile è la scissorfight. Servirà uno snake non tanto lungo, da infilare nella tua e nella sua vagina, spingendo fino a quando arriva in fondo e i clitoridi si toccano.

Toys per stimolazione

Sono oggetti in gomma più o meno morbida che si usano per stimolare il clitoride in tanti modi. Di solito sono fatti come delle spazzole o delle clavette con dentini di varia forma che toccano discretamente le parti sensibili. Sono ottimi se li impieghi insieme a uno strumento per penetrazione, come un dildo.

Ancora meglio se scegli un dildo di design, uno di quelli pensati non per imitare il fallo maschile ma con una forma che sia in grado di raggiungere tutte le parti sensibili della tua compagna, facendola impazzire di piacere.

Questi toys lavorano benissimo insieme alle cremine stimolanti, ai lubrificanti e a tutti i prodotti per massaggio intimo, che rendono più sensibile la pelle nelle zone erogene e che si trovano in tutti i sexy shop.

Collanine e plug

Sono collane fatte da sferette di gomma che si inseriscono nell’ano o nella vagina. Il gioco consiste nel farne entrare il più possibile e poi tirarle fuori tirando per provocare un brivido di piacere intenso.

Si trovano sia con il cordino che fatte a bacchetta, con sferette tutte uguali, in alcuni casi davvero enormi, oppure a crescere per dilatare progressivamente e creare eccitazione con giochi in bilico fra il sexy e il sadico.

Infine ci sono i plug. Sono oggetti da inserire, di solito nell’ano, per mantenerlo dilatato e sfruttare la forma a pera per far crescere il piacere quando si inseriscono, ma soprattutto si estraggono. Sono un’ottima fonte di divertimento, sia da tenere infilati mentre si gode in altre maniere, sia per dilatare progressivamente l’ano, magari per giochi più radicali.

Precauzioni

I toys sono un divertimento fantastico ed una fonte di piacere quasi illimitata, ma servono alcune piccole precauzioni. Innanzitutto non si inseriscono a secco. Lubrificali per bene con prodotti certificati per non provocare lesioni che possono anche diventare molto fastidiose, specie per l’ano.

Cura la loro igiene. Dopo ogni uso lavali secondo le istruzioni e disinfettali perché non sviluppino colonie di batteri, ci sono tanti prodotti dedicati e facili da usare. Infine, se usi i tuoi toys con la tua compagna o con una ragazza che hai appena conosciuto, se hai intenzione di usarli anche tu, impiega un comune profilattico, perché gli umori che restano attaccati potrebbero essere fonte di malattie sessualmente trasmissibili.